Settimana Europea della Mobilità Sostenibile: chiedete alla vostra città di partecipare!


Anche quest’anno, dal 16 al 22 settembre, è in programma la manifestazione europea dedicata alla mobilità sostenibile, partita nel 2002. Le adesioni arrivano da parte di città, province e regioni di tutta Europa. Oltre che come “semplice” cittadino, ho partecipato più volte ad iniziative nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità in qualità di relatore in seminari ed incontri con i cittadini.

Questo appuntamento internazionale ha l’obiettivo di incoraggiare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani: a piedi, in bicicletta, o con mezzi pubblici. Sono modalità di trasporto sostenibile che, soprattutto per chi vive in città, oltre a ridurre le emissioni di gas climalteranti, l’inquinamento acustico e la congestione, possono giocare un ruolo importante per il benessere fisico e mentale di tutti.

Diminuendo e migliorando le modalità di spostamento a livello locale, le città europee possono migliorare il bilancio energetico e le prestazioni ambientali del sistema dei trasporti e allo stesso tempo rendere la vita nelle città più sana e sicura, riducendo gli effetti negativi del traffico stradale e diminuendo il numero degli incidenti. Il contesto urbano, infatti, rappresenta una grande sfida per la sostenibilità in Europa, e la settimana Europea della Mobilità Sostenibile, contribuendo a sensibilizzare i cittadini e gli amministratori, è un chiaro esempio di come le iniziative a livello europeo possano incoraggiare e agevolare l’azione a livello locale.

Anche quest’anno il tema specifico scelto dalla Comunità Europea pone l’attenzione su quello che possono fare i cittadini per migliorare la qualità della vita attraverso le scelte di mobilità. Dobbiamo tener presente che tutti noi abbiamo un ruolo da svolgere, e che anche piccoli cambiamenti, come ad esempio andare al lavoro a piedi, in bici o con il trasporto pubblico (invece di usare l’auto), possono migliorare la qualità della nostra vita.

E’ importante che molte città italiane partecipino a questa iniziativa, puntando magari a replicare il successo di Bologna, città vincitrice dell’edizione 2011, ed a superare il numero delle città partecipanti alla scorsa edizione.

Sul sito web dedicato (www.mobilityweek.eu) ci sono tutte le informazioni utili alle amministrazioni che intendono partecipare.


Quest’anno, in concomitanza con la Settimana Europea della Mobilità, terrò un webinar dedicato al tema degli adempimenti legati alla figura del Mobility Manager ed alla redazione del Piano Spostamenti Casa-Lavoro.

Il webinar è gratuito ed aperto a tutti. Invito gli interessati a partecipare.

Qui tutti i dettagli.