Quando e perchè occorre fare una valutazione del “rischio stradale” o costruire un sistema ISO 39001

La Valutazione del “rischio stradale”

Le grandi organizzazioni (Enti ed Aziende) aventi valori significativi in termini di siti, dipendenti, veicoli e percorrenze annue su strada, hanno la necessità di massimizzare efficienza e qualità nell’erogazione dei propri servizi, garantendo al contempo la sicurezza dei propri dipendenti.

Dalla “semplice” mobilità di tipo pendolare, al lavoro svolto quotidianamente su strada dagli operatori dei diversi servizi, fino alle necessità specifiche di mobilità di chi ricopre funzioni dirigenziali e di rappresentanza, è necessario, oltre che opportuno, assicurarsi che ogni persona si attenga scrupolosamente alle disposizioni aziendali e che sia inoltre in possesso di competenze per il lavoro su strada specifiche per il proprio incarico. Il tutto, gestito da chi riveste responsabilità di gestione della mobilità e – soprattutto – della sicurezza in ambto aziendale (dal Datore di Lavoro all’HSE Manager, dall’RSPP, al fleet manager, per finire con il mobility manager).


Ogni Datore di Lavoro deve garantire che la sicurezza e la salute dei propri lavoratori, in ciascun luogo di lavoro, siano garantite per tutte le attività e mansioni da essi svolte. E deve provvedere, a tale scopo, alla redazione del documento di valutazione dei rischi, come previsto dall’art. 28 del D.Lgs. 81/08. Com’è noto, all’interno del D.Lgs. 81/08 non è presente alcun riferimento esplicito al “rischio stradale”. Tuttavia, poiché una causa rilevante di morte o di infortunio sul lavoro è data proprio dagli incidenti stradali (siano essi avvenuti durante il lavoro stesso o nella fase di itinere casa-lavoro), è opportuno che i datori di lavoro e le organizzazioni aziendali rivolgano particolare attenzione alla questione degli spostamenti su strada dei propri dipendenti.

Le aziende che hanno grandi numeri in termini di dipendenti, veicoli in uso e spostamenti quotidiani avvertono la gestione del rischio stradale come uno dei principali punti su cui focalizzare la propria attenzione ed a cui destinare una quota significativa delle risorse dedicate alla sicurezza sul lavoro.

Per innumerevoli attività, infatti, il “luogo di lavoro” non è un posto specifico individuato all’interno di un ufficio o di uno stabilimento produttivo (che pure deve avere le sue misure per la riduzione del rischio di collisione tra veicoli e persone), ma è la strada pubblica, spesso in condizioni di difficile gestione. Di conseguenza, diventa necessario effettuare una specifica “valutazione del rischio stradale”. 


I sistemi di gestione ISO 39001

Nel 2016 l’UNI ha recepito, tradotto in italiano e pubblicato la norma “ISO 39001 – Sistemi di gestione della sicurezza del traffico stradale (RTS) – Requisiti e guida all’utilizzo”. La norma ISO 39001 definisce i requisiti che deve avere un sistema organizzativo mirato alla riduzione del numero di morti e del numero di feriti conseguenti agli incidenti stradali. Tale sistema può essere adottato da qualsiasi tipo di organizzazione: aziende private, gestori di reti stradali, Enti Pubblici, ecc. Le organizzazioni che dimostrano di avere un sistema di gestione conforme ai requisiti di tale standard possono ottenerne la certificazione da parte un ente accreditato, in analogia alle varie norme “di sistema” (ISO 9001, ISO 14001, ISO 45001, ecc.).

Questa certificazione consente in modo sempre più frequente l'”accesso al mercato” per molte imprese, come ad esempio nel campo dei lavori stradali o in quello del trasporto persone.



Con NIER Ingegneria assisto ogni grande organizzazione nella realizzazione di uno specifico piano per l’aumento dell’efficienza gestionale attraverso la riduzione del rischio stradale, con un approccio integrato appositamente definito e calibrato sulle peculiarità aziendali.

Il servizio offerto consente all’organizzazione di ottenere, a scelta (ed eventualmente in modo congiunto):

  • una valutazione specifica del rischio stradale (ex-D.Lgs. 81/08), con le conseguenti misure di miglioramento (calibrate su esigenze e risorse dell’azienda);
  • un adeguamento del sistema di gestione aziendale in conformità ai requisiti dello standard ISO 39001, da portare a certificazione.

Vi invito a contattarmi se:

  • fate parte di una realtà aziendale e avvertite criticità legate alle competenze alla guida dei dipendenti (in termini di formazione o addestramento), alla gestione dei veicoli aziendali (fleet management) o alla pianificazione degli spostamenti (sia del tipo casa-lavoro che per attività lavorativa), anche in assenza di incidenti occorsi;
  • fate parte di una amministrazione pubblica e volete affrontare il problema della riduzione del rischio stradale per la vostra città o per poli specifici (es. scuole, ecc.), con interventi di tipo gestionale/organizzativo o di formazione/educazione per tecnici o cittadini.
  • fate parte di una qualsiasi organizzazione che voglia avviare programmi formativi o educativi sul tema della sicurezza stradale o vogliate partecipare in prima persona ai miei corsi di formazione su rischio stradale e ISO 39001.