Torna Ciak si Guida: il Film Festival della Sicurezza Stradale rivolto alle scuole.

Ciak si guidaCome abbiamo visto in tema di iniziative per l’educazione stradale, anche i video e gli spot costituiscono un elemento di notevole efficacia per sensibilizzare bambini e ragazzi e fare assumere loro comportamenti corretti e prudenti. E non parlo solo di quelli diffusi da web e TV, ma anche di progetti realizzati dagli stessi ragazzi.. Con i concorsi rivolti alle scuole essi stessi possono infatti ideare e girare un video sulla sicurezza stradale e competere per la migliore realizzazione.

Uno dei più importanti è CIAK SI GUIDA, concorso nazionale rivolto alla scuola primaria e secondaria di I e II grado per la realizzazione di spot di educazione alla sicurezza stradale.

Il concorso torna ora nella sua 9a edizione. L’obiettivo è quello di sensibilizzare le nuove generazioni sul corretto comportamento da tenersi sulla strada, in particolare comprendere l’importanza del rispetto delle regole, sviluppando una maggiore capacità di percezione dei “rischi” al fine di preservare il valore della vita di tutti.

Come riporta il sito del Comune di Milano (al quale rimando per tutte le informazioni del caso), partecipare è semplicissimo: basta realizzare uno spot sulla sicurezza stradale attraverso tecnologie multimediali che permettono di esprimere abilità creative, comunicative e tecniche. Questo denominatore comune favorisce la socializzazione in team e permette ai partecipanti di trasformarsi in registi, attori, sceneggiatori, musicisti e intraprendere un percorso formativo orientato verso una “peer education”.

Una giuria specializzata valuterà i filmati pervenuti, decretando i vincitori, premiati nella giornata conclusiva del contest, 8 aprile 2016, con la partecipazione di tutte le scuole interessate. Durante lo spettacolo teatrale a tema, ospitato in un teatro di Milano, verranno proiettati gli elaborati prescelti.

***

Qui di seguito, infine, alcune mie domande ad Antonio Barbato, Capo di Gabinetto della Polizia Locale Milano e ideatore del progetto, e Susanna Toffetti, dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale.

***

Quale è il contesto in cui è nato il concorso Ciak si Guida ?

La Polizia Locale Milano da più di 40anni entra nelle scuole della città per promuovere la cultura dell’educazione alla sicurezza stradale, avvalendosi di personale fortemente motivato e puntualmente aggiornato con corsi di formazione per essere sempre al passo con i cambiamenti generazionali.

“Ciak si Guida” nasce in questo contesto. Con la diffusione di nuove tecnologie ormai alla portata di tutti, e gradite particolarmente dai ragazzi, ci è sembrato naturale coinvolgere i giovani chiedendo loro di realizzare uno spot (della durata massima di un minuto). In questo modo è possibile affrontare l’argomento in classe, non più solo con noiose istruzioni e regole da rispettare, che a volte contrastano con la voglia di trasgressione tipica dell’adolescenza, ma anche con una modalità “divertente” e partecipata. Chiediamo infatti a loro di trasformarsi in registi e sceneggiatori, e che la loro idea ed il loro progetto vengano poi condivisi. E, chissà, possano anche diventare una campagna in sostegno alla diffusione di comportamenti sicuri sulla strada.

Come è evoluta negli anni questa iniziativa?

La prima edizione è stata proposta nelle scuole della città, ma in breve tempo il concorso è cresciuto ed è stato esteso alla scuola primaria ed a quella secondaria di I e II grado di tutto il territorio nazionale. Dal punto di vista comunicativo quello che arriva è sempre una bella sorpresa. La disparità del livello tecnico a volte è molto grande, e dipende dal fatto se c’è stato o no il supporto tecnico/economico da parte delle Istituzioni che a volte intervengono in sostegno dell’educazione stradale.

Qual è il criterio seguito per la selezione dei filmati?

Ci teniamo a precisare che quello che viene valutato in fase di selezione è l’idea, il messaggio da condividere tutti insieme nell’evento finale, che si tiene a Milano: una festa dell’educazione alla sicurezza stradale durante la quale proiettiamo i migliori filmati e che premiamo consegnando il nostro oscar – il “Vigile 1860” – e strumentazioni multimediali che restano in dotazione alla scuola.

Un pensiero finale…

L’esperienza maturata fin qui ci fa essere consapevoli di quanto sia difficile attrarre l’attenzione dei giovani e fornire loro gli strumenti per una crescita personale necessaria affinché adottino comportamenti sicuri sulla strada. In questo senso, crediamo di dare con CIAK SI GUIDA un contributo efficace e significativo.

***

Qui il video primo classificato per la scuola secondaria di II grado nell’anno 2015.

***